Disco rotante frontale su blocco Minarelli orizzontale! Cap.2/3

http://scooternos.net/images/tecnica/09122009393.jpgUna volta appreso le nozioni fondamentali per conoscere un disco rotante frontale, ho cominciato a progettarlo nel vero senso della parola, non volevo comprare i pezzi di ricambio dell’Italsistem ed adattarli su minarelli, sarebbe stato “troppo facile”, volevo fare qualcosa che avrebbe lasciato il mio nome e quello del mio team il C.R.M. Racing Team, in giro per i raduni e forum.
Quindi ho cominciato a calcolare gli ingombri, ed ho subito cominciato con la costruzione delle flangie e del supporto che fissava al carter la mia flangia.
Ho disegnato in maniera approssimativa un carter minarelli orizzontale in 3D sul PC e ho cominciato a
montare i componenti che progettavo per vedere se andavano bene.

http://scooternos.net/images/tecnica/08092009033.jpgSono partito con le lavorazioni meccaniche eseguendo il taglio del grezzo che poi avrebbe formato la flangia inferiore del sistema che chiude il disco rotante.
Sgrezzati della superficie di taglio ho cominciato con la lavorazione interna andando a creare le sedi dei cuscinetti e del paraolio.

 

 

http://scooternos.net/images/tecnica/22092009063.jpgQuesti due componenti sono stati scelti in funzione dell’esercizio che dovevano sopportare, ossia un elevato numero di giri e un basso carico, e la progettazione dei componenti è stata molto influenzata dalla scelta delle dimensioni dei cuscinetti e del paraolio stesso.

 

 

http://scooternos.net/images/tecnica/29092009089.jpgUna volta realizzate le flangie in tornitura, le ho sagomate, oltre per una questione estetica anche per una questione di peso (ma si poteva fare di meglio), dandogli una forma classica, in stile ItalSistem.

 

 

 

http://scooternos.net/images/tecnica/02102009095.jpgSono poi passato alla realizzazione del mio primo disco, partendo da una piattina di carbonio con trama a 90° spessa 0.7mm.
Per la realizzazione ho utilizzato una tecnica particolare, che prevede di realizzare una flangia stretta sul mandrino, una flangia sospesa che spinge sul grezzo in carbonio che è interposto fra le due flangie, mediante la spinta della contropunta.

 

http://scooternos.net/images/tecnica/13102009122.jpgUna volta tornito l’esterno, ho fissato con delle morse a C le due flangie, ho tolto la contropunta, al suo posto ho messo una punta da 19.5 ed ho forato, dopo di che ho alesato con un alesatore da 20H7.
Tutto questo per garantire la concentricità tra il profilo esterno e quello interno, che alla fine delle lavorazioni risultava essere a poco più di 1 centesimo di millimetro.

 

http://scooternos.net/images/tecnica/22102009151.jpgRealizzato il disco, ho costruito l’alberino porta disco in acciaio C40; dopo la tornitura, che è servita solo per sgrezzare il componente, ho finito il perno con una rettifica parallela manuale, per ottenere le tolleranze giuste con i cuscinetti e con la puleggia, e con un’ottima finitura superficiale.

 

 

http://scooternos.net/images/tecnica/29092009092.jpgUna volta finito l’alberino ho realizzato la flangia di tenuta del disco, ho forato il disco ed ho provato a montare il tutto, assemblando le due flangie con i cuscinetti e il paraolio.
Finita questa fase sono passato alle lavorazioni sul blocco.Il grande dilemma era se far riempire tutta la zona del pacco lamellare, mediante saldatura, se realizzare un blocchetto in alluminio a parte e poi avvitarlo, o se stuccare l’intera zona.
Ho deciso per l’ultima soluzione, che era quella che mi chiedeva meno tempo per l’esecuzione.
http://scooternos.net/images/tecnica/16102009138.jpgUna volta pulita la zona e fatti dei solchi per far si che lo stucco aderisca per bene ho applicato lo stucco riempiendo il tutto.

 

 

 

http://scooternos.net/images/tecnica/14102009133.jpgSuccessivamente ho piazzato i semicarter sulla tavola di una fresatrice tradizionale, mi sono messo parallelo al piano di appoggio carter, appoggiando
il carter sul piano dove appoggia il copri carter trasmissione, che risulta fortunatamente a 0 con il piano appoggio carter.
Ho tolto lo stucco in eccesso, portando tutto in piano con il piano originale del carter.

 

http://scooternos.net/images/tecnica/16102009139.jpgMi sono centrato al centesimo con la sede del cuscinetto ed ho barenato in manovella a D:75mm, questo lavoro è stato fatto su tutti e due i semicarter.

 

 

 

http://scooternos.net/images/tecnica/20102009146.jpgOra va realizzato il piano di appoggio delle flangie, ma l’inclinazione originale risulta troppo accentuata, così l’unica soluzione adottabile, per ottenere un condotto accettabile era quella di mettere le flangie a 90° rispetto al piano di appoggio cilindro realizzando una basetta di adattamento.

 

 

http://scooternos.net/images/tecnica/27102009169.jpgPer diminuire la lunghezza del condotto ho comunque fresato in parte il piano di appoggio del pacco lamellare, e inclinando il tutto in avanti, per ottenere un condotto indirizzato verso il cilindro.

 

 

 

Questo è il risultato delle operazioni svolte finora, nel prossimo ed ultimo capitolo il completamento di questa fantastica elaborazione artigianale, sicuramente non convenzionale come un normale assemblaggio!

Peterbilt

comments